Tacco 12 o ballerine?

Le scarpe, per le donne, sono da sempre un must, e per molti uomini un oggetto di  imageimagefeticismo. Sicuramente imbelliscono, slanciano, alzano, possono rendere più sexy, possono esse stesse diventare un qualcosa di molto sexy. L’ultima polemica su questo capo d’abbigliamento così intrigante arriva da Cannes quando un addetto ai controlli del festival ha redarguito una signora perché non indossava uno stiletto ma, ahimè, delle scarpe piatte. La poverina si è scusata, e le scuse sono state accettate, perché si era operata a un piede e non avrebbe potuto calzare tacchi. Pare quindi che la regola del festival andasse oltre la dicitura “cravatta scura” e che il tacco 12 fosse una prerogativa da indossare sotto abiti lunghi firmati. Al matrimonio di Clooney alle signore veniva regalato un kit di sopravvivenza alle varie feste con all’interno anche un paio di ballerine pieghevoli. Sicuramente l’idea e’ venuta a una signora. Jack Lemmon alla fine delle riprese di A qualcuno piace caldo, disse che la cosa più stressante e faticosa del film, non erano stati i ritardi di Marilyn ma le scarpe che aveva dovuto calzare quando si travestiva da donna.

Io adoro le scarpe, me ne comprerei un paio al giorno, ma intanto mi godo questa giornata di sole in terrazza con le infradito piatte.

buone scarpe a tutti