Il 2016, Bruce e la Mustang

IMG_1476Un altro anno se ne va, un anno bisestile quindi funesto. Cerchiamo però di vedere alle cose positive e dimentichiamoci delle brutte. Per me il 2016 è stato Bruce, la Mustang e tanto tempo passato insieme a mio figlio come non mi capitava da dieci anni. O meglio sono le cose migliori che mi siano capitate il questo 2016 che ci sta lasciando.

Normalmente è difficile dire quale sia stato il più bel giorno della vita, o di un periodo, o anche solo di un anno. Invece io quest’anno ce l’ho.

IMG_1429Il 16 luglio, a Roma, era una bella giornata ma per fortuna non c’era quel caldo umido, afoso e terribile tipico di quel periodo estivo e torrido. La giornata è cominciata presto, l’appello per entrare al pit era alle 9 e non si poteva sgarrare di un secondo: rischio la perdita del pit. Poi a poco poco ci siamo messi in fila etc etc fino all’ingresso al Circo Massimo quasi per primi perché con il numero 163 avevo davanti a me solo poco più di un centinaio di persone. Insomma l’attesa con l’adrenalina che saliva fino alle 8, le 20, quando con un tramonto meraviglioso Bruce, assieme alla E street band, è apparso ed è rimasto con noi per quasi 4 ore indimenticabili. Io ero lì. Accanto alla persona alla quale voglio più bene di tutti al mondo, mio figlio Andreas, e ho vissuto quell’intera giornata come se fossi in paradiso.

15541919_420674938263962_6658291700130589052_nIl secondo giorno più bello è stata l’uscita del mio nuovo libro La Mustang rossa, presentato alla libreria Koob il 14 dicembre con tantissime persone, tanti amici e tanta soddisfazione di esserci riuscita.

E adesso vediamo cosa ci riserva l’anno nuovo.

Buon 2017 a tutti!