The Danish girl, la storia del primo transgender

downloadBello , romantico, emozionante, poetico e per nulla banale. The Danish girl, candidato a 4 premi Oscar, è un film che non lascia indifferenti. Racconta, in maniera delicata e coinvolgente la storia di Lili Erber che diventerà il primo transgender della storia. Nato come Einar, pittore danese affermato, sposato con Gerda, pittrice anch’essa che però non riesce a trovare la sua giusta fonte d’ispirazione, Einar scopre che non si sente a suo agio in quel corpo maschile che riconosce sempre di meno. Così, prima per gioco, poi sul serio comincia la sua intima trasformazione in Lili, la donna che avrebbe sempre voluto essere pur non sapendolo. Aiutato da sua moglie, una donna intelligente che comprende le difficoltà che sta attraversando suo marito, lo supporta in quella che sarà la scelta più dolorosa ma anche più coraggiosa della sua vita. E lo fa con coraggio, a testa alta, rischiando tutto pur di rimanere fedele a se stesso e non abdicando di fronte alle credenze dell’epoca, gli anni ’20 che vedevano gli omosessuali come dei pervertiti, dei malati da curare con la camicia di forza e l’elettroshock. The Danish Girl è un film toccante, emozionante e vero. Tratto da un libro uscito nel 2000 ed ispirato ad una storia realmente accaduta andrebbe fatto vedere ai vari cardinali che si oppongono con tanto clamore a certi riconoscimenti di natura legale.

The Danish girl è un film coraggioso che racconta senza fronzoli una società in evoluzione ma ancora chiusa in se stessa e piena di paure di accettare tutto ciò che non è convenzionale e soprattutto narra la difficile accettazione prima e poi trasformazione di un essere umano che si rende conto di essere nato donna in un corpo maschile.

Bellissimi i costumi e le scenografie, che infatti sono entrambi candidati all’Oscar.

Questo film andrebbe fatto vedere ai vari cardinali e partecipanti al Family Day, così tanto per!