Viaggiare rende felici

dsc00083Viaggiare rende felici. Lo rivela uno studio condotto da Booking.com, azienda online di viaggi, che sostiene che viaggiare ci dà una tale carica emozionale da farci preferire una vacanza rispetto al matrimonio o addirittura avere un figlio. Inoltre la maggior parte degli intervistati sostiene che quando si sente depresso o semplicemente giù di morale prenota un viaggio.

Sempre dal sondaggio viene fuori che non fa differenza se si alloggia in un albergo a cinque stelle o un bed and breakfast ma l’importante è sentirsi a proprio agio, a casa. E l’aspetto ludico e la piacevolezza cominciano dal momento che si inizia a scegliere la meta, a cercare dove stare, a pensare in quale periodo andare, insomma i preparativi del viaggio già di per sé rendono felici. Potremmo quindi dire che l’organizzazione della partenza sta al viaggio un po’ come l’innamoramento sta all’amore.

2014-04-28-10-54-08Le mete migliori non esistono perchè, per fortuna ognuno di noi è fatto in modo diverso e quindi abbiamo tutti gusti diversi. Certo ci sono posti che sono oggettivamente dei paradsisi ma potrebbero non essere di gradimento ad alcuni. C’è chi preferisce una vacanza in assoluto relax su una spiaggia tropicale chi invece visiterebbe tutti i m usei e gallerie d’arte di New York chi invece vorrebbe fare escursioni in luoghi ameni e poco conosciuti.

img_0828Shawn Achor, studioso laureato ad Harvard, è uno degli esperti di felicità più importanti al mondo, nonché uno degli autori più di successo secondo il NY Times, e un oratore noto per la sua posizione a favore della psicologia positiva. Achor spiega che: “In un mondo dove il tempo è sempre più denaro, chi viaggia vuole un ritorno d’investimento più prezioso, che vada ben oltre il puro tempo o denaro. Perché mai dovremmo prendere giorni di ferie e spendere soldi per finire con l’essere ancora più stressati e meno felici? I dati di questo nuovo studio di Booking.com evidenziano una significativa correlazione tra il godersi l’esperienza di prenotazione e il sentirsi felici durante il viaggio stesso. Ciò significa che uno degli indicatori migliori per prevedere il successo di una vacanza è quindi proprio la qualità dell’esperienza di prenotazione. Un viaggio ben organizzato e che permetta di ricevere facilmente una conferma di prenotazione istantanea, può far aumentare drasticamente il nostro livello di felicità, indipendentemente dal tipo di viaggio e soggiorno. Questo è quanto dico anche nella mia ricerca pubblicata sull’Harvard Business Review: a differenza della vacanza media, un viaggio ben organizzato e a basso contenuto di stress ha il 94% di probabilità di farci tornare al lavoro con più energia, entusiasmo e felicità”.

iphone-044Da altri studi vengono fuori i dieci motivi per i quali viaggiare rende più felici e forse anche migliori:

1.Chi viaggia è più creativo
Confrontarsi con una realtà diversa, con nuove abitudini, magari anche con una lingua diversa induce la cosiddetta, dagli scienziati, ‘flessibilità cognitiva’. Ovvero una capacità creativa di adattamento. A confermarlo uno studio dell’Academy of Management Journal.

2. Chi viaggia sa risolvere meglio i problemi
Gli studenti che vivono all’estero sanno risolvere meglio degli altri i problemi. A rivelarlo uno studio pubblicato sul
Journal of Personality and Social Psychology. Il motivo? Sono più propensi a sperimentare.

3. Chi viaggia ha più fiducia
Viaggiare e conoscere persone diverse rende più fiduciosi verso il prossimo. A confermarlo lo scienziato William Maddux a BuzzFeed. Il motivo? Ci si accorge che ci sono molte persone buone e accoglienti.

4. Chi viaggia è più produttivo sul lavoro
Sempre a lavoro pensando di far meglio? Sbagliato! Uno studio di Businessweek ha evidenziato come i Paesi in cui si hanno più giorni di ferie all’anno siano anche i più produttivi del mondo.

5.Viaggiare allunga la vita
Non solo fa bene alla salute (e quindi sì, allunga la vita), ma l’allunga anche in senso percettivo. Al Baylor College of Medicine di Houston hanno scoperto che viaggiare rallenta la percezione del tempo che passa.

6. Viaggiare rende sexy
Facendo bene alla salute ci rende più belli. Ma non solo. Uno studio del sito di dating www.itsjustlunch.com ha scoperto che dopo gli hobby al primo appuntamento il secondo argomento sono i viaggi. Quindi più viaggi più hai da dire. E da conquistare!

7. Viaggiare aiuta ad accettare i cambiamenti
Spezzando la routine il viaggio ci permette di vivere i cambiamenti con maggiore accettazione. La psicologa Toby Israel ha dichiarato a BuzzFeed come il viaggio favorisca il distacco dal vecchio al nuovo.

8. Organizzare un viaggio fa bene
Sull’Applied Research in Quality of Life Journal  è stato pubblicato uno studio che evidenzia come già solo la fase organizzativa del viaggio è vissuta in maniera euforica e fa aumentare i livelli di felicità.

9. Viaggiare toglie i pregiudizi
Chi viaggia ha la mente più aperta di conseguenza è impermeabile agli stereotipi di razza o religione. Uno studio israeliano ha portato alla luce proprio questo aspetto evidenziando come chi viaggia ha meno pregiudizi razziali.

10. Viaggiare migliora la carriera
Uno studio dell’US Travel Association ha scoperto che chi viaggia durante le ferie aumenta del 6,5% le sue possibilità di far carriera rispetto a chi rimane in ufficio o a casa.

E allora buon viaggio!