Vieni in barca con me?

Ciao che fai nei prossimi giorni? Vuoi venire in barca con me?

Deve essere andata più o meno così la telefonata tra due persone qualche tempo fa. Infatti c’è una barca, ma che dico? E’ uno yacht lungo più di 100 metri, ma le barche non si misurano piedi? Insomma c’è questa cosa enorme che si aggira per le acque della Polinesia, recentemente è stata avvistata a largo di Bora Bora e in atolli più piccoli. E indovinate un po’ chi c’è sopra? Il presidente, o ex, Barack Obama con Michelle, Tom Hanks con la moglie, Oprah Winfrey non si sa se sola o accompagnata e…lui, il Boss, Bruce Springsteen con Patti. Che gruppetto! Come vorrei esserci anch’io!

E su, diciamolo, anche Bruce ha diritto a un vero riposo esotico dopo aver saltato per i palchi in giro per il mondo per un anno intero, e nei momenti di vuoto anziché annoiarsi ha promosso il suo libro, la sua prima autobiografia dal titolo Born to run, poteva chiamarlo diversamente?

Quel gruppetto eterogeneo di persone che ha in comune il successo, chi un campo chi nell’altro, sicuramente non si annoieranno e ne avranno di cose da raccontarsi. Chissà se le donne prendono il sole insieme perché Michelle e Oprah non hanno il problema di scottasi ma la rossa dalla pelle delicata Patti non può certo sdraiarsi sotto il sole polinesiano.

Immagino i loro discorsi, ovviamente identici a quelli che faccio io a cena con i miei amici. Cosa hai fatto quest’anno? Niente, ho solo zompettatto sui palchi di mezzo mondo con migliaia e migliaia di gente che urlava sotto di me pronta a fare qualsiasi cosa pur di salire con me e la band sul palco per un solo minuto. E tu? Ho semplicemente detto ai capi del mondo cosa fare. Io invece ho dovuto ascoltare in tv le storie più assurde, chissà se se le inventano. Io ho fatto qualche personaggio che non mi assomiglia per niente e mi hanno riempito di soldi.

Certo che il mondo è strano, penseranno gli allegri amici compagni di barchetta: “tutto il mondo, o quasi, vorrebbe salire a bordo con noi senza neanche sapere se siamo simpatici. Vabbè, godiamoci la vita, noi che possiamo”.

Buona navigata, tornate presto e non vi dimenticate di noi.